LG G Watch R

LG G Watch R: Unboxing e prime impressioni

Nel panorama degli smartwatch Android Wear, LG G Watch R è sicuramente uno degli orologi smart più desiderati e così, assaliti dalla scimmia che non ci molla mai, abbiamo acquistato lo smartwatch di LG con display circolare.

LG G Watch R

La recensione arriverà nei prossimi giorni ma abbiamo comunque realizzato un breve video per mostrarvi il contenuto della confezione.

[youtube id=”JUusLHTVxt8″ width=”600″ height=”350″]

Android Wear è attualmente alla versione 4.4W.2 ed è un sistema che deve ancora maturare molto, LG però sembra aver fatto un ottimo lavoro sul design, sulle scelte dei materiali, sul fantastico display P-OLED forse addirittura un po’ troppo luminoso.

Per utilizzare lo smartwatch è necessario uno smartphone Android con versione 4.3 o superiore, io lo sto utilizzando con il mio Samsung Galaxy Note 3 e mi sto trovando veramente bene. L’orologio ha un peso di 62g, è mosso da un processore Snapdragon 400 a 1,2 GHz, sono presenti 4gb di memoria interna per salvare la musica e 512MB di RAM. Il sistema è sempre fluido e abbastanza intuitivo, dopo qualche ora imparerete ad utilizzarlo al meglio.

LG G Watch R

Vale la pena di comprarlo? Può avere qualche utilità o è solo l’ennesimo gadget tecnologico? Cercherò di rispondere a questi dubbi nella recensione completa che sarà pubblicata qui su tecnophone nei prossimi giorni.

About Agostino Caruso

Agostino Caruso detto Agosh, studente universitario presso il dipartimento di Informatica a Torino. Patito di smartphone e di tecnologia in generale, ho cominciato a smontare le apparecchiature elettroniche al mio primo contatto con un cacciavite. Il primo incontro con un telefonino è stato fatale, amore a prima vista. Da allora sono cresciuto a pane e Nokia, passando da Symbian a Windows Phone fino a trovare la pace su Android con HTC Magic.

Check Also

Recensione cover e accessori Magsafe by ELAGO per iPhone 13.

Oggi entriamo nel mondo Magsafe di Apple grazie a questi ottimi accessori di ELAGO, azienda …

12 comments

  1. Sarà banale come commento ma… Io ho preso il g watch r come sfizio e più passa il tempo, più non riesco a toglierlo… Rimetto un orologio normale solo in occasioni molto formali, per il resto uso il g watch, troppo comodo davvero, con un cinturino in metallo nero fa anche la sua porca figura credetemi… Lo si compra per sfizio con mille dubbi ma utilizzandolo ci si accorge di non aver buttato i soldi, sempre fluido con un ottimo display Poled che consuma poco, due giorni di utilizzo intenso

  2. La modalità risparmio energetico funziona anche con le watch faces scaricate? grazie! 🙂

    • Se lo supportano si, ogni watchfaces ha due modalità di cui una a risparmio energetico che oscura quasi tutto lo schermo

      • due domande: la prima: ha anche la vibrazione per caso?
        la seconda (e qui potreste cacciarci un articolo visto che ancora nessuno l’ha fatto, tantomeno google.. almeno non decentemente) non riesco ancora bene ad inquadrare la funzione di questi oggetti sinceramente.. tolte le funzioni di controllo dei post del blog che immagino sia incredibilmente comoda, ma altrettanto penso siano strettamente connesse al tuo/vostro mondo… cosa ci fai durante il giorno con lo smartwatch?

        Ho barato, le domande erano 3: soffri della mancanza di uno speaker o pensi se ne possa fare tranquillamente a meno?
        Grazie! (ps.: nell’ultima release di ingress inizia ad intravedersi il supporto ai wearable, immagino sarai interessato 🙂 ciao!)

        • Ora come ora la maggiore utilità per tutti è l’essere un secondo schermo per le notifiche (di qualsiasi tipo). Leggibili in un istante semplicemente ruotando il polso o il braccio verso i nostri occhi.
          Ben più rapido e immediato del tirar fuori il cell dalla tasca.

          Ci sono comunque altri usi, dall’essere un centro di raccolta dati per il fitness/salute, al diventare (soprattutto in futuro) un’interfaccia, anzi L’interfaccia principale per alcuni comandi.
          Come per la consultazione delle notifiche sarà più immediato parlare verso il polso per registrare un appuntamento o chiedere di visualizzare brevi informazioni piuttosto che tirar fuori lo smartphone.
          Di fatto smartwatch e interfaccia “vocale” andranno di pari passo verso una maggiore iterazione uomo-macchina.
          Lo smartphone rimarrà ovviamente imbattibile quando si richiederanno operazione più complesse, quando la mole di informazioni da visualizzare sarà maggiore, e così via.

          • Lo trovo ancora un po troppo riduttivo come utilizzo.. forse sono io, ma le notifiche sono la cosa più stressante di uno smartphone.. comprare a caro prezzo un oggetto (per quanto indubbiamente bello) che si limita a ripropormi questo stress anche al polso senza fare nient’altro (oltre che pretendere di essere ricaricato una volta al giorno) di costruttivo.. a questo livello di evoluzione sento che lo lascerei nel cassetto per riprendere l’automatico a lancette dopo davvero breve tempo.. può essere davvero che questi wearable non propongano funzioni davvero utili? con i criticatissimi glass qualcosa di carino era uscito.. si, siamo d’accordo che sono piattaforme molto diverse, ma almeno tentavano l’ar, che è qualcosa di nuovo e non un riproporre qualcosa di uguale e più limitato su un altro schermo.. per ora le funzioni più interessanti che potrei attribuirgli sarebbero quelle di registratore e (chissà se lo fanno!) navigatore.. non so quanti di voi abbiano talmente tanti appuntamenti (ed usino davvero l’agenda) da dover assumere un orologio-segretaria per ricordarglieli tutti, ma ad esempio per rispondere ad un messaggio, il vocale di google now è scomodo, premetto che ho una voce perfettamente normale e non tento di parlare in dialetto, ma siamo ancora “lontani” da una dettatura che possa sostituire una tastiera… contradditemi per favore, mi piace questo oggetto.. ma non riesco a spendere 230 euro su qualcosa che poi non userei! 🙂 ciao!

          • dimenticavo, il mio coinquilino si fionda nella doccia appena sente suonare la mia sveglia, per questo chiedevo se ha la vibrazione! una sveglia silenziosa mi eviterebbe di ritrovarmi senza acqua calda la mattina… il che farebbe di questa funzione, in assoluto, la migliore dello smartwatch ehehheheheheh

  3. sembra l’orologio,che si trova nei sacchetti delle patatine. orribile

  4. Se non ha lo speaker per poter parlare direttamente dallo smartwatch, allora può rimanere sullo scaffale,molto meglio il mio gear … o puntare sul gear s

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.