Dischi a stato solido, ma davvero sono più veloci?? Test su un Wind U100!!

Interessante esperimento dei ragazzi di LaptopMag : Hanno sostituito l’ Hard Disk da 2,5 pollici Western Digital Scorpio di serie sul WIND U100, con un SSD da 32GB della Sandisk.

Il risultato ha riservato delle sorprese.

 

  • Il tempo di Boot rimane il solito!! dai 32 ai 34 secondi sia con HD che SSD
  • Nessuna differenza sulla durata della batteria

Tuttavia non è stato utilizzato un SSD velocissimo, però è lecito chiedersi se veramente questi SSD sono più performanti degli Hard Disk!

I test sul boot effettuati sul nuovo EEEPC 901 evidenziano una certa lentezza..Impiega 40 secondi ad avviarsi con ssd da 20 GB e XP.

Magari i 2 o 3 secondi non ti cambiano la vita..però è comodo accendere il portatile e dopo qualche secondo esser già a surfare sul WEB! 😀

Sembra proprio che questo WIND U100 ti permetta di farlo!

:ok

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

Acquista ASUS ZenFone 2 e potrai avere il power bank ZenPower ad un prezzo speciale!

ASUS annuncia una speciale promozione: per tutti coloro che compreranno uno ZenFone 2 dall’11 al …

16 comments

  1. Anche qui mi son sempre preso insulti eppoi ecco come va a finire…
    Io non credo che gli SSD facciano schifo, ma al momento sono una tecnologia troppo giovane e troppo costosa rispetto agli hard disk “tradizionali”.
    Che poi “tradizionali” per modo di dire: c’è stata un’evoluzione pazzesca ed io su 2 portatili che ho con hard disk vecchi non ho mai avuto problemi. E milioni di portatili vengono sfornati ancora ocn vecchi hard disk e mi pare che il tasso di rottura non sia tale da gridare al miracolo per gli SSD.

    Sul fatto che non fossero estremamente più veloci ne era quasi certo perché prima dell’introduzione di Vista le case produttrici già testavano vantaggi e svantaggi degli SSD e la condizone affinché gli SSD garantissero un avvio più celere era il fatto che il sistema fosse “superpompato”.
    MA sui piccoli portatili i tempi tendono ad essere quelli: meglio un modulo di ram da 10 euro piuttosto che un SSD da 100euro.

    PS: e ieri a me s’è rotta l’ennesima schedina SD… altro che had disk tradizionale :((

  2. Il problema di questi SSD è che sono da poco sul mercato e non si conosce l’effettiva durata del supporto..gli hard disk,essendo un supporto meccanico hanno una grossa probabilità di recupero dei dati..mentre le memorie flash quando partono sei fregato..io preferisco magari un pò di peso in più ma con maggiore capienza e durata!
    Anche asus sul eeepc 1000H ha messo un hd da 1.8 pollici e 80 gb..

  3. Umm..
    Beh ma i dischi allo stato solido hanno la qualità di non aver parti meccaniche dunque, in caso di scossoni e/o colpi, subiscono un impatto differente rispetto ai tradizionali HD.

  4. Si,è vero anche questo!diciamo che il maggior rischio di rottura di un hd avviene quando subisce traumi mentre il disco è in funzione..da fermo la possibilità di guasto dovuto a colpi vari è minimo..
    Il futuro sarà sicuramente SSD..ma per adesso preferisco Hd!:)

  5. questa sì che è una bella notizia! Io mi chiedo se un giorno si volesse utilizzare l’msi wind in macchina come navigatore satellitare collegato ad un ricevitore bluetooth! per evitare danni al disco in caso di percorsi accidentati, si potrebbe far bootare una distro linux con applicazione navigatore e mappe da una penna usb 4-8 GB senza stressare il disco rigido? spero di essere stato chiaro 🙂

  6. Cavolo,come idea penso che sia fattibile!!
    Non sono molto ferrato in questo campo! 😀

  7. Io penso di sì, visto che quando è uscito l’EEE700, poiché il disco da 4GB era molto piccolo, alcuni OS mi sembrava venissero caricati proprio da da pennetta USB.
    Che poi è quello che vorrei fare io: comprare 2 pennette e metterci su una Ubuntu e sull’altra OSX con XP di default installato.
    Ed ogni volta per passare da un sistema operativo all’altro.. ZAC, cambi pennetta e cambi OS.
    Io credo proprio che si possa fare…
    Anzi… scusate, ma ultimamente non sono sucite delle distro LINUX (ed anche XP) che si caricano PROPRIO da pennetta e che hanno sostituito i “vecchi” LIVE CD di Linux? tra l’altro il passaggio da LIVECD a pennetta è stato fatto perché sulla pennetta ci si può anche scrivere, sul cd no.
    Sì, sì che se po faaaa!!! EVVAIIIIIIII

  8. Già.
    Quindi a questo punto meglio un SDD come disco fisso in modo che si evitano inutili “rotture” o “problematiche” durante i viaggi, tanto è possibile utilizzare penne o SD per i propri S.O.
    Purtroppo non so, in termini di velocità, durata e prestazione, se siano meglio gli HD o le SD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.