LG G Watch & Android Wear : Video recensione (Rimandato a Settembre…)

LG G Watch è il primo dispositivo ad arrivare sul mercato con il nuovo sistema operativo Android Wear, OS creato “ad hoc” da Google per tutti i dispositivi indossabili.

Viene venduto a 199 euro, li vale?

DSC04921

 

Scopriamolo nella recensione.

Scheda tecnica :

  • Sistema Operativo: Android Wear (compatibile con smartphone Android 4.3 e superiori)
  • Processore Qualcomm Snapdragon 400
  • Display da 1,65 pollici LCD IPS con risoluzione 280 x 280
  • 512MB di RAM
  • Batteria da 400mAh
  • Memoria da 4GB eMMC
  • Dimensioni: 37.9 x 46.5 x 9.95mm
  • Connettività: Bluetooth 4.0
  • Sensori: 9-Axis (Giroscopio/ Accelerometro / Bussola)
  • Peso: 63g
  • Resistenza a polvere e acqua (IP67)

Video recensione LG G Watch con Android Wear

Materiali e vestibilità

DSC04873

LG G Watch non è un campione di bellezza e originalità. Le linee sono classiche e un pò scontate.

DSC04908

Dal punto di vista della costruzione, G Watch risulta solido e compatto. (Resiste all’ acqua e alla polvere, ma sotto la doccia il touch impazzisce e vi conviene toglierlo)

Il cinturino (intercambiabile con altri modelli di qualsiasi tipo da 22 cm) è in silicone.

Il peso di 63 grammi si sente per le prime ore, poi ci dimentichiamo di averlo al polso.

Il display da 1,65 pollici sotto la luce del sole diventa poco leggibile.

Prestazioni

Croce e delizia di questo G Watch è Android Wear.

Un sistema operativo che potrebbe avere tantissime potenzialità, ma che per il momento si limita a fare il classico “compitino” per acciuffare la sufficienza (che comunque non raggiunge).

I comandi vocali sono fighi, però scrivere una risposta ad un messaggio o ad una mail senza il riconoscimento della punteggiatura è alquanto frustrante.

DSC04917

Le notifiche sono comode e funzionano bene, ma di certo non deve essere questo il fulcro del sistema operativo, dato che oramai le notifiche le mostra anche il frigorifero di casa.

Le applicazioni mancano. Le poche app presenti sono ancora in fase embrionale e permettono di interagire molto poco. Ha 4 GB di memoria interna ma non possiamo utilizzarla perchè non si può copiare nulla al suo interno.

La durata della batteria poi è davvero deludente. Un giorno e bisogna ricaricarlo, poichè il giorno dopo alle 12 sarà spento.

Mi fermo qui 😀

Cosa è piaciuto

  • Comando OK Google
  • Visualizza schede e notifiche
  • Ottimi materiali

Cosa non è piaciuto

[badlist]
  • Batteria dura un giorno
  • Display quasi invisibile sotto la luce del sole
  • Android Wear è allo stato embrionale
  • Non ha un tasto di accensione/spegnimento
[/badlist]

DSC04921

Conclusioni

Il mio consiglio al momento è di attendere. Viene venduto a 199 euro e per quello che offre non li vale assolutamente.

Magari tra qualche mese, quando Android Wear avrà mostrato veramente tutte le sue capacità potrà diventare un buono acquisto, ma al momento vi conviene attendere.

 

A presto!

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

Recensione orologio da parete con telecomando.

Ho avuto la possibilità di provare questo orologio da parete di XREXS, un brand che …

9 comments

  1. Nicola Gentilin

    Io per lavoro devo costantemente leggere mail con richieste di assistenza (quindi corte) e utilizzare maps su auto diverse (quindi senza supporto per il tel), quindi quel poco che fa wear ad oggi mi potrebbe comunque facilitare la vita.

    Purtroppo però gwatch non ha abbastanza autonomia e non ha lo speaker, quindi mi sa che aspetto!

  2. Che culo, fa due cose e sono quelle che servono a te! 🙂 Eheheh
    Secondo me tra un mese lo trovi a 150 euro, magari anche a meno usato. Aspetta un pochino!

  3. Nicola Gentilin

    Yesss certo che aspetto.. Anche perché son curioso di vedere il Moto360 prima!

    PS: grazie per la recensione Diego 🙂

  4. Pensavo che con questi Android wear avrei sostituito il mio pebble steel, ma me lo tengo stretto, esteticamente è di un altro livello, autonomia vince a mani basse e il display è link è favoloso si vede al sole da paura…inoltre funziona da Dio…
    è meno appariscente ha meno funzioni ma ad oggi reputo pebble ancora al top…solo in parte bear fit se avesse la compatibilità con tutti sarebbe paragonabile…anche se l autonomia e ricezione sempre scarsa è il design non proprio al top…
    Tu Diego come la pensi?

  5. Lol ,prego!

    Ma hai chiesto tu a Google le funzioni di Wear? 😛

  6. Per la cronaca, Gear Fit e’ compatibile con tutti, solo che alcune funzioni (es. S-Health) non funzioneranno se non hai l’omonima App installata..
    Tra l’altro ho provato addirittura un Gear 2 Neo attaccato su un LG e anche in questo caso funziona praticamente tutto (chiamate vocali incluse)..

  7. A 199 EUR ci si porta a casa un Gear 2 neo che e’ (a mio giudizio) superiore in tutto, sia a livello funzionale, che di durata della batteria, che di hardware.
    Tra l’altro qui non ci sono le chiamate vocali, una killer-feature per me indispensabile (usandolo spesso su diverse auto sprovviste di BT).

  8. Vai di Gear2 ad occhi chiusi!! Anche per me le chiamate vocali sono fondamentali e con lo smartwatch di Samsung vai sul sicuro.
    Per il prezzo, nuovo e’ a 199 ma usato puoi spuntare un prezzo decisamente piu’ basso.