Home / News / Huawei Mate 20 : Video recensione

Huawei Mate 20 : Video recensione

Mate 20 è il nuovo top di gamma di Huawei, che assieme al fratello Mate 20 PRO, è stato presentato il 16 Ottobre 2018.

Ho avuto la possibilità di provarlo per diverse settimane e nonostante sulla carta sia inferiore al P20 Pro, l’ho trovato un prodotto ben riuscito, con un trio di fotocamere divertenti, una buonissima autonomia e tanta sostanza!

Vediamolo nella recensione.

Video recensione Huawei MATE 20

Design e materiali 

Mate 20 introduce sui dispositivi Huawei il notch (o tacca) a goccia, una soluzione gradevole dal punto di vista estetico, che permette di avere più spazio per le icone delle notifiche.

La scocca laterale è in metallo lucido, con il retro completamente in vetro e il blocco delle tre fotocamere con il flash, racchiuse dentro un quadrato.

Sporge leggermente, ma nel complesso, mi piace!

Il sensore è posizionato poco sotto, in una posizione abbastanza comoda da raggiungere. Risulta veloce e preciso nello sbloccare il dispositivo.

Laterlamente, sulla destra, troviamo il tasto per l’accensione e il tasto unico del volume.

Da segnalare la presenza di un comodissimo sensore a infrarossi, posizionato in alto a destra, che ci permette di usare il dispositivo come telecomando universale.

Ha il jack audio e questa è una buona notizia!

Lo speaker è stereo, suona forte e offre una buonissima qualità audio.

Manca la ricarica wireless e non è resistente ai liquidi.

Display

Il pannello è da ben 6,53 pollici con risoluzione FHD+, tecnologia IPS e supporto HDR10.

La qualità di questo display è notevole, sia per quanto riguarda la luminosità, che la riproduzione dei colori.

Ah, non ha i problemi di schermo verde del fratellone Mate 20 PRO…

Non è presente un always on, ma il display si attiva appena solleviamo il dispositivo (non si attiva però toccando il display, peccato!)

Hardware

Mate 20 ha il potentissimo processore Kirin 980 octa core, dotato di intelligenza artificiale grazie alla presenza di una doppia NPU (Neural Processing Unit). La RAM è da 4 GB e la memoria interna è da 128 GB espandibile utilizzando una NanoSD creata da Huawei (ce n’era bisogno?).

Troviamo poi il Bluetooth nella versione 5.0, un led di notifica poco sopra la fotocamera frontale, la USB Type C con uscita TV (basta un semplice cavo Type C – HDMI) e il chip NFC. Se aggiungiamo anche il jack audio e il sensore a infrarossi, direi che non gli manca niente!

Fotocamere 

Tre fotocamere che vi faranno impazzire…dal divertimento!

Addio finalmente al sensore in bianco e nero, benvenuta fotocamera grandangolare!

Andiamo per gradi.

  • Il sensore principale è da 12 megapixel con apertura f/1.8
  • Il secondo sensore è il teleobiettivo da 8 megapixel con apertura f/2.4
  • Il terzo sensore è il grandangolo da 16 megapixel con apertura f/2.2

Sono tutti stabilizzati otticamente ed è possibile passare da un sensore all’altro semplicemente con un tocco.

Troviamo poi una miriade di opzioni di scatto, che vanno da quella “magica” e fondamentale notturna, agli scatti con esposizione lunga, le panoramiche, i video in slow motion a 960 fps, e tanto altro.

Esempio di foto con modalità notturna

Non manca poi la possibilità di scattare le foto un manuale, utilizzando anche il formato RAW.

Quando si scatta una foto in modalità automatica, entra in gioco l’intelligenza artificiale che ottimizza la scena inquadrata e cerca di effettuare lo “scatto perfetto”.

L’ho trovata più precisa rispetto al P20 PRO, ma spesso le foto hanno i colori che non corrispondo alla realtà, anche se sono fighissime da vedere 🙂

Se non volete l’intervento dell’intelligenza artificiale, basta toccare la x sul display prima dello scatto, oppure si può disattivare dalle impostazioni della fotocamera.

Foto con il grandangolo

I video possono essere registrati fino alla risoluzione massima di 4K a 30 FPS.

La registrazione video sente la mancanza della stabilizzazione ottica, c’è solamente software, ma non basta.

La fotocamera frontale è da 24 megapixel, ma la qualità non rispetta le aspettative che si hanno con così tanti megapixel. C’è troppo effetto bellezza volto (anche se disattivato) e le immagini spesso hanno i colori troppo impastati.

A questo link trovate un album con diverse foto scattate con Mate 20

 

Software

Android è nella versione 9 (Android Pie) e l’interfaccia è la classica Huawei EMUI 9.0.

A me non piace, ogni volta che provo uno smartphone Huawei rimango sempre poco colpito dalla sua interfaccia. Ok, ci sono tantissime opzioni e personalizzazioni, ma non risulta secondo me paragonabile alla concorrenza.

A parte questo, la sua velocità è sempre buona e non ci sono vistosi rallentamenti, si utilizza con piacere e in modo fluido.

Batteria

La capacità della batteria è di 4000 mAh e permette di utilizzare il dispositivo una giornata intera, con una media di 16-18 ore (non di display è!). Notevole!

Rete e ricezione

Mate 20 è un dispositivo dual sim LTE (fino a 1400 Mbps). La ricezione è buona, in linea con i top di gamma attuali, così come l’audio in chiamata.

Conclusioni e dove acquistarlo

Probabilmente molti di voi saranno attirati dal fratellone MATE 20 PRO, ma fate un pensierino anche a questo!

Non ha il display curvo e per quanto mi riguarda è un punto a favore. Il display curvo è figo, ma rende lo smartphone più fragile e quasi impossibile da proteggere con pellicole in vetro.

Le fotocamere non saranno performanti come il P20 PRO o Mate 20 PRO, ma sono di assoluta qualità e non hanno niente da invidiare agli attuali top di gamma.

Il prezzo di listino è di 799 euro, un pò altino secondo me, ma su amazon lo trovate a molto meno, guardate QUA!

 

A presto

 

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

Powerbank Aukey compatto da 10.000 mAh a soli 20€ | Recensione

Se siete alla ricerca di un power bank tascabile, oggi vi mostro il più piccolo …