Da Android a iPhone : La mia esperienza. (Giorno 11 | Il lato oscuro della mela)

Quando ho iniziato questa specie di avventura, non immaginavo proprio che sarei arrivato a scrivere tutto questo.

I primi giorni con iPhone 5S e iOS7 sono stati un pò traumatici.

DSC05118

Le dimensioni striminzite del display, la difficoltà nello scambiare i file e la scarsa durata della batteria, mi hanno portato diverse volte ad abbandonare il tutto e tornare ad Android.

Ma quel lato oscuro della mela ha plagiato la mia mente e mi ha portato ad insistere.

Con il passare dei giorni mi sono abituato alle dimensioni “umane” del display che tutto sommato non è poi così scomodo da gestire. Ogni tanto posavo l’occhio sull’ unico Androide superstite Oneplus One e quel display da 5,5 pollici comunque mi faceva assai gola.

Il problema della condivisione dei file l’ ho (mezzo) risolto con il cavetto (per scaricare le foto) e il dispositivo Wireless Mobile Lite G2 di Kingston.

Il problema della batteria non l’ho risolto, ma mi sono trovato a viaggiare con batterie da 10.000 mAh in tasca e a scroccare corrente ad ogni presa da 220 V.

Il tutto senza il minimo fastidio.

Dal punto di vista delle applicazioni iOS è piacevole ed immediato da utilizzare. Le app sono fluide e rapide nell’ avviarsi. La cosa che mi è piaciuta di più è la grande stabilità dell’ intero sistema operativo. Non vedo l’ ora di provare iOS 8, oramai aspetto la versione stabile e ufficiale.

Non ho avuto grosse difficoltà nell’ abituarmi al cambio di sistema operativo, poichè ho capito giorno dopo giorno che iOS veniva incontro alle mie esigenze.

Chiaramente, le mie esigenze sono diverse dalle vostre, ed è per questo che ho iniziato questo diario con la mi esperienza. Lo scopo è cercare di aiutarvi nella eventuale decisione del grande salto.

Oramai siamo arrivati alla conclusione.

Domani arriverà il video con le considerazioni di questa esperienza, in attesa di riaprirla con le impressioni su iOS 8 e soprattutto con le impressioni su iPhone 6.

Ah, vi assicuro che ci saranno tante sorprese!

 

A presto.

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

Recensione Nokia G60 5G

Nokia G60 5G è il nuovo smartphone medio gamma dell’azienda Finlandese, lanciato poche settimane fa …

24 comments

  1. Fai uno screencast delle azioni che fai con il telefono 🙂

  2. OK capito…ti abbiamo perso….

  3. l’unica cosa che non ho mai capito è perchè con iphone tutto si può risolvere, vedi batteria, tre ricariche per arrivare a sera, pazienza non è un difetto, cavetto foto, Kingston, ecc.ecc. e invece con android si chiamano difetti, molto spesso si leggono le stesse cose in molti siti.

  4. Giusta osservazione. È quel lato oscuro , non ci sono spiegazioni!

  5. io ho un iphone 5 nero, un disastro si rovina solo a guardarlo, senza cover dopo tre mesi sembra che ha 10 anni, ma dico che è normale, ho anche l,s4 samsung, si è rovinata un filo la cover, che potrei anche cambiare con 15 euro!! ma sono incavolato nero, e quando ci penso dico forse son scemo, dovrei incavolarmi con apple 800 euro di cell. e sembra verniciato con la bomboletta, e invece è il contrario, forse iphone ti rimbambisce se sei debolo di cervello. Hahhah

  6. Vero è, non lo capisco nemmeno io.

  7. Android, piuttosto ios o win phone, e una scelta di campo.
    Ho capito che vuoi arrivare a Iphone 6 😀

  8. Non l’ho mai capito anche io. Senza voler polemizzare con Diego (ci mancherebbe), dice che si è abituato a girare con il battery pack e di scroccare la corrente dove capita…senza nessun fastidio???? Ma se fino all’altro giorno ci si scannava sul perchè si aumentano i display o i processori invece di concentrarsi su un significativo aumento della capacità (o rendimento) delle batterie?? Fra un pò diventerà una killer feature avere il cell che muore a metà giornata. Veramente non capisco…

  9. Diciamo che quella di dare la caccia alle prese di corrente è un abitudine che ultimamente avevo perso solo con oneplus One, con gli altri dispositivi un colpetto di carica al giorno era una prassi. C’è di buono che il 5s si carica molto veloce, bastano 30 min per un buon 50% di batteria, basta organizzarsi 😉
    Alla fine, quando un dispositivo ti soddisfa, alcune cose sembrano meno evidenti. Ma è sempre bene precisare che ci sono e magari per alcuni sono problemi 😉

  10. Si ma perchè un cell. Android che non arriva asera è una m…., e un iphone che non arriva alle 14,00 basta ricaricarlo???? E così per tutti gli altri difetti??? Siamo veramente rimbambiti dalla mela???

  11. No dai, non esageriamo, ultimamente le batterie sono migliorate e il trucco di Apple di non comunicare mai l’amperaggio della batteria funziona sempre. Ad esempio, batteria da 3000 mah, ti aspetti una durata decente. iPhone 5s, fino a che non lo smontano non lo sai, solo gli appassionati sanno da quanto è. Ora come ora è difficile trovare un android top di gamma che non arrivi a sera.

  12. Perdonami ma questo modo di ragionare vuol dire dare due pesi e due misure…non esiste. Quindi se non so o non vedo scritto l’amperaggio di una batteria, va bene tutto? Dai ragazzi guardiamoci in faccia…
    Specifico: tutto senza polemica, per carità.

  13. No no, non dico che vada bene così, ho sempre detto che il più grande difetto del 5s è la batteria. Stavo solo cercando di capire come mai alla fine uno si adegua e quello del non sapere la batteria è un’ipotesi 😉
    Nessuna polemica, siamo qui per fare due discorso ;P

  14. Saranno gli 800/900 euro spesi che si chiude gli occhi a questi (per me) enormi difetti…in quanto se si tengono aperti vai a picchiare direttamente il CEO di Apple….Display con una definizione insulsa, batteria…non trovo un aggettivo per descriverla….sistema completamente chiuso…mi fermo qui la lista sarebbe lunghissima (P.S. ho avuto un Icoso 5 ora ho un nexus 5 la cui batteria dura 2 gg. non ce storia….)

  15. E inoltre con Android e piccoli smanettamenti (root + greenify tanto per dirne uno) riesci a risolvere il problema dei consumi; se poi ci metti qualche app che ti fa freezare quelle inutili che consumano risorse e batteria, risolvi alla grande e arrivi a fare due giorni con uso quasi intenso.

  16. Diego dai ammettilo, dopo anni di smanettamenti vari con Android senti la necessita’ di rilassarti un attimo con un OS dove piu’ di tanto non puoi fare, dove non essendoci rom da cucinare non hai nemmeno il diavoletto che ti spinge a farlo per magari piu’ velocita’ o leggerezza o provare l’ultima versione di Android etc. E’ comprensibile, il tempo e’ sempre poco e se poi con il cell ci devi lavorare non puoi stare dietro a fix vari, flash, backup continui etc. e nessuno penso possa negare che iOS e’ stato creato con in mente l’utente normale e ci riesce molto bene (mia madre a 70 anni riesce a usare un iphone tranquillamente senza sputtanare tutto, con il precedente cell android ho dovuto installargli una UI ridotta all’osso perche’ regolarmente combinava macelli proprio per la natura “aperta” di Android).
    Se avesse avuto il pennino come il Note e le medesime funzionalita’, sarei passato ad iphone 6 plus anche io volentieri…si vede che mi sto’ invecchiando e voglio la vita “facile” e “senza tentazioni di smanettamenti” 😀

  17. Un’osservazione. Cambio telefono mediamente ogni tre/quattro mesi. Ho passato settimane della mia vita a cucinare rom su dispositivi samsung e htc. Mi sono divertito ad installare le rom di Blackberry mesi prima che uscissero ufficialmente. Adesso ho un Lumia 930 (reparto foto/video imbattibile) ed uno OnePlus dispositivo estremamente flessibile. Però sarà l’età, sarà che la voglia passa, sarà che alla fine ci fai sempre le solite cose, mi trovo divinamente con il Lumia, come probabilmente mi troverei bene con un iPhone e mi rimane complesso lo Oneplus: trova fastidioso impostare tutti gli widget e tutte quelle cose che sono il plus negli android. E quindi il tenere in tasca un telefono che fa quello che gli chiedi e di più ti può bastare. Per inciso quando avevo iPhone 5s arrivavo tranquillamente a sera con un uso normale. Mail, Web, Facebook, whatsapp, imassage.

  18. A giudicare dal tuo “profilo” iOS ti calza a pennello! 🙂 Lumia 930 è tanta roba, ma io Windows phone non lo digerisco, uso molto iserviziGoogle e non sono per niente ottimizzati.

  19. Già era quello che dicevo io prima di provarlo… Fai un test di 10 gg. Poi ne riparliamo. Sai una cosa. Alla fine, se ti scrolli di dosso i vari odi e antipatie, ogni sistema ha la sua da dire, e nessuno e meglio di un altro. Sono solo personali simpatie e antipatie, prese di posizione…. chiaramente non parliamo di troiai da 100 €.

  20. Ne ho provati diversi di windows phone, fortunatamente ne ho avuto la possibilità e tra i tre sistemi operativi si piazza ultimo, chiaramente in base alle mie esigenze. Nulla da dire per quanto riguarda il reparto fotocamera. A Barcellona in fiera mi portai il 1020 e lo usai come secondo telefono. Ottime foto e video, ma il resto non mi ha convinto 🙁
    Mi piacque molto il 1520 , fenomenale! Ma per problemi con i servizi Google l’ho abbandonato.

  21. Ahahahaha ci avevo preso… complimenti comunque