Pebble Time : Video recensione dello smartwatch che ti sorprende.

Dopo lo strepitoso successo su Kickstarter, Pebble Time è finalmente arrivato sul mio polso. Ordinato il 24 Febbraio (bakers #12,435) mi è arrivato Venerdì 12 Giugno, con spedizione rapida DHL.

DSC06428

Il prezzo di questo gioellino è adesso di 199 dollari e sarà possibile prenotarlo a partire dal 22 Giugno.

Non vedevo l’ ora che arrivasse, poichè di tutti gli smartwatch provati e acquistati, Pebble li ha sotterrati tutti 🙂

Eppure Pebble Time è solo un orologio con display che sembra quello del tamagotchi, non è touch e ha un design che non fa impazzire… come è possibile?

Pebble Time : Video recensione

Iniziamo con un fattore per me fondamentale.

Pebble Time è compatibile con Android e iOS.

Cambio smartphone spesso e ultimamente ho riabbracciato il mondo iOS ed avere uno smartwatch compatibile con entrambi i dispositivi è fondamentale.

Chiaramente, i due OS sono differenti e alcune funzioni non sono disponibili su entrambi.

Con Pebble Time è possibile rispondere vocalmente ad un messaggio, che sia WhatsApp, Hangout o altro non ha importanza. Su iOS al momento non è possibile, forse ci sarà in futuro la possibilità di rispondere vocalmente alle mai di Gmail.

Su android possiamo interagire con  tutte le notifiche, scegliendo addirittura di cancellare una mail o nascondere la notifica. Su iOS si riceve solo la notifica.

Al momento queste sono le principali differenze, chiaramente Apple spinge sul suo Watch e sappiamo tutti come si comporta.

Parliamo adesso del design:

Pebble time rende sicuramente più dal vivo che in foto.

20150613_115022

Ne ho lette di tutti i tipi :

  • Assomiglia ad un orologio da bambini fisher price
  • Sembra quello dei fustini
  • Il mio falegname con 30 euro lo fa meglio, etc etc..

Ma vi assicuro che dal vivo fa tutto un altro effetto. Si ha la sensazione di un prodotto ben fatto e curato nei dettagli.

La scocca è in plastica, il vetro è in Gorilla Glass e la cornice grigia è in acciaio inossidabile. I tasti sono ravvicinati ma si premono con facilità.

Il profilo dell’orologio è leggermente stondato, una ottima soluzione che lo rende ergonomico una volta indossato al polso.

Nel retro abbiamo due “pin” magnetici che permettono di ricaricare l’ orologio tramite l’ apposito cavo in dotazione.

DSC06429

DSC06436

Impiega circa 1,30 ore a caricarsi, si consiglia di collegarlo via Usb ad un PC. Il connettore nel retro può essere utilizzato anche per collegare un “Cinturino Smart” che aggiunge funzioni come GPS, sensore battiti etc etc. Al momento è solo un progetto su carta..

Il display è un e-paper con risoluzione 144 x 168 a 64 colori.

20150613_115429

Sotto la luce del sole è uno spettacolo. Con poca luce perde brillantezza.

Il display ha una retroilluminazione che si attiva con il movimento (utile al buio).

DSC06434

Il processore è un ARM Cortex-M4 a 180 MHz. Supporta il Bluetooth 4.0 Le, ha la bussola, il sensore accelerometro e il microfono.

Software

Pebble Time ha il nuovo sistema operativo chiamato Timeline, vediamo come funziona :

DSC06432

  • Premendo il tasto in basso, vediamo gli eventi presenti e futuri (Appuntamenti, meteo etc etc.)
  • Premendo il tasto in alto vediamo gli eventi passati : (Chiamate perse, appuntamenti persi, meteo, etc etc)
  • Premendo il tasto centrale si entra nel menù, dove troviamo le seguenti App :
  • Impostazioni : dove è possibile regolare tutte le funzioni dello smartwatch
  • Musica : L’ app per gestire la musica del nostro telefono. Si può collegare anche a Spotify.
  • Notifiche : Tutte le notifiche ordinate per data.
  • Allarmi : Sveglia con la vibrazione che permette di scegliere i giorni della settimana.
  • Watchfaces : Una ampia scelta di quadranti, ce ne sono tantissime!
  • Applicazioni : GoPro, Trip Advisor, RunTastic, LetsMuv (ottimo contapassi e fitness tracker) etc etc.

L’ ordine di visione è modificabile attraverso l’ applicazione Pebble Time installata sullo smartphone. Rispetto al primo Pebble, hanno eliminato il limite di 8 applicazioni 🙂

Il passaggio da un menù all’ altro e la ricezione di nuove notifiche sono condite da graziose animazioni.

Nel complesso Pebble Time risulta molto intuitivo e semplice da usare. La velocità del sistema operativo è buona e per il momento non si è mai piantato :).

La batteria

Pebble dichiara fino a 7 giorni, io dico che a 5 non ci arriva. Tuttavia, non mi lamento affatto 🙂 La batteria è indubbiamente un punto di forza.

Conclusione

E insomma, io sono pienamente soddisfatto di questo bel giocattolino.

Funziona bene, è prima un orologio e poi uno smartwatch, è sempre acceso e soddisfa la mia mania di sapere sempre che ore sono in ogni momento.m Lo ricarico ogni 4 giorni, fa parlare la gente (bello, è un Apple Watch? NO..) e ultimo, ma non per importanza, non lo levo mai dal polso, poichè resiste fino a 30 metri sott’acqua.

Magari non avrà il fascino di un Apple Watch o Motorola 360 e può sembrare lo sfigatello di turno, ma dategli almeno una possibilità e non vi deluderà!

Qui trovate la recensione del primo modello, adesso in vendita a 129 dollari.

www.getpebble.com

A presto!

 

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

Huawei annuncia i nuovi auricolari da 99 euro Freebuds 6i con ANC.

Huawei rende disponibili su Huawei Store HUAWEI FreeBuds 6i, l’ultima novità della serie, con un’eccezionale qualità del …

13 comments

  1. Ottima recensione! A me attira parecchio questo device, ma purtroppo il prezzo per noi europei non corrisponde a 199 dollari, ma è un pò più alto: 249 euro. A questo prezzo lo consigli comunque? Li vale tutti quei soldi?

  2. Cavolo, 249 sono impegnativi. Credo che 199 sia il suo prezzo. Pensaci bene se può fare al caso tuo!

  3. Grazie mille per la risposta! Si, ci son rimasto un po’ male, ero convintissimo che il prezzo sarebbe stato 199, visti i 199 dollari, e invece.. Ci penserò, è un peccato perché ero ormai convinto dell’acquisto, ed è l’unico smartwatch che ho mai preso in considerazione

  4. Quando hai tempo e voglia sono curioso di un tuo giudizio d’uso sui colori, se questi apportano e quando un reale benefico o se in fondo, timeline a parte, anche il vecchio pebble b&n farebbe altrettanto bene il proprio lavoro.
    Dò per scontato che a livello estetico qualche watchface guadagni col colore ma sono cose che mette in secondo piano.
    Tnx.

  5. Io prenderei in seria considerazione l’alcatel one touch watch. 3 giorni di autonomia e funziona sia con iOS che con Android. Prezzo? 139 euro. Ottimo

  6. Si il prezzo è molto molto conveniente per ciò che offre. L’unico neo è la scarsa personalizzazione, infatti non ci puoi installare app e ha 3 watchfaces in croce. Però non è niente male!

  7. Secondo me il fatto di avere un display a colori è un vantaggio puramente estetico. Diciamo che è più gradevole alla vista e più “moderno”. Ai fini dell’utilizzo quotidiano non ci sono stravolgimenti. Trovo invece molto comodo il microfono per la risposta vocale. Funzione bene e si usa parecchio.

  8. Mah, da quello che ho letto, sembra poco fluido.. dovrei comunque provarlo a breve

  9. complimenti come sempre per le recensioni!!

  10. Un altro smartwatch che resta sempre acceso e che offre anche qualcosina in più se siete amanti dello sport è il garmin vivoactive… costerebbe 249e ma su amazon lo si trova anche a 205e, l’unica piccola pecca è che non ha il microfono per rispondere alle notifiche ma ha il GPS e tante altre funzionalità che il pebble non ha. Inoltre la batteria è interminabile dura 1 settimana con un uso intenso anche del GPS altrimenti si superano anche i 10gg

  11. Grazie come sempre. 🙂

  12. Ho da poco pebble time, molto bello, anche esteticamente, la parte più migliorata è sicuramente il software, molto più curato e con animazioni molto gradevoli, unico piccolo neo il display, mi sembra meno luminoso rispetto al vecchio pebble, è la retroilluminazione rovina parecchio i colori..noti anche tu Diego questa cosa? Rispetto al precedente modello?