Facebooktwittergoogle_plus

Dopo la pessima fine di Pebble e i suoi smartwatch, mi sono subito messo alla ricerca di un’alternativa e ho deciso di puntare tutto sul nuovo Samsung Gear S3, nella versione frontier.

Perchè ho sccelto Gear S3 con Tizen e non uno smartwatch Android Wear?

Per il semplice motivo che Android Wear non ha più ricevuto aggiornamenti da mesi e mesi e la versione 2.0 tarda ad arrivare, così come i nuovi smartwatch,

Tizen su Gear S3 funziona assai bene, è veloce ed è intuitivo.

Ok, magari non ci sono tantissime App, ma rimane comunque una validissima alternativa ad Android Wear e non è escluso che altre case decidano di passare a questo sistema operativo (Huawei?).

Samsung Gear S3 : Video recensione

Dal punto di vista estetico e costruttivo, Gear S3 frontier ha la cassa  in acciao inossidabile, con la ghiera circolare che ruota e ci permette di muoverci agevolmente attraverso l’interfaccia del sistema operativo.

Peccato per la verniciatura presente sulla ghiera, se strusciato contro una superficie più o meno resistente, si graffia con estrema facilità 🙁

Il vetro è un Gorilla Glass SR+ con livello di durezza simile allo zaffiro, ma io ho messo comunque una pellicola in vetro 🙂

Le dimensioni sono generose, la cassa è da 46 mm, il display è da 1,4 pollici super amoled con risoluzione 360×360 pixel ed è pazzesco per visibilità e luminosità

Inoltre, grazie alla funzione Always On Display (AOD) rimane sempre attivo e visibile.

Dal punto di vista hardware, il processore è un Exynos 7270 Dual Core da 1 Ghz con 768 MB di RAM e 4 GB di memoria interna (meno di 2 GB effettivi).

La batteria è da 350 mAh.

Io lo utilizzo con tutto attivo (GPS, WiFi, monitoraggio della frequenza cardiaca casuale, display attivo) e dalle 6 di mattina alle 22/ 23 arrivo con un 50% – 45% di batteria residua.

Di notte non lo indosso e lo metto sempre sotto carica, tuttavia credo che con tutto attivo si possano raggiungere le 48 ore.

L’ ho utilizzato associato a iPhone e a diversi dispositivi Android (non iOS) e le differenze sono parecchie.

In questo video vi spiego tutte le principali differenze.

Ma cosa posso fare con questo smartwatch?

  • Ha il vivavoce, quindi si può rispondere ed effettuare le chiamate
  • Ha il GPS, tiene traccia delle vostre corse/escursioni e vi mostra la mappa con tutti i tempi dell’allenamento, le calorie etc etc. (Quindi non vi dovrete portare dietro lo smartphone).
  • Ha il cardio frequenzimetro sempre attivo. Misura la frequenza cardiaca durante l ‘arco della giornata e quando state facendo una attività fisica.
  • Riconosce in automatico se stiamo correndo o camminando e inizierà da solo a tenere traccia della nostra attività fisica.
  • Monitora il sonno
  • Ha il barometro e l’altimentro e vi avvisa se c’è un calo di pressione repentino (indice di mal tempo in arrivo).
  • Visualizza tutte le notifiche del nostro smartphone ed è possibile rispondere ad eventuali messaggi (Email, sms, whatsapp, telegram etc etc).
  • Ha la sveglia
  • Mostra che ore sono 🙂
  • Si possono installare App e Watchface
  • Si possono utilizzare i comandi vocali, ad esempio per impostare un promemoria.
  • Ha 1,8 GB di memoria libera da utilizzare per copiarci dentro la nostra musica e ascoltarla con auricolari bluetooth oppure attraverso lo speaker.
  • Ha il cinturino sostituibile (con quelli classici da 22 mm)
  • Lo puoi bagnare, ma non puoi farci la doccia e nemmeno usarlo in piscina.

Dai, mica male!

Per molti rimane un oggetto superfluo, ma vi basterà tenerlo al polso per qualche giorno e non ne farete più a meno.

Gear S3 è disponibile in due versioni, la Classic e la Frontier.

 

Il prezzo è di 429 euro ed è un po’ elevato. Ma se consideriamo la concorrenza (Apple Watch) e la bontà dei materiali, il tutto ci può stare.

A seguire le offerte di Amazon.

Questo è il cinturino rosso di cui vi ho parlato nella recensione (ho recuperato il pacco…)

In vendita su amazon a soli 11,99 euro.

La qualità sembra buona, ha la solita consistenza di quello originale.

 

A presto!