Home / Tutte le Categorie / LG / LG K10 (2017) : Video recensione e conclusioni finali (199€).

LG K10 (2017) : Video recensione e conclusioni finali (199€).

Annunciata a Las Vegas durante la fiera CES 2017, la nuova serie K di LG è finalmente disponibile in Italia.

La volontà di LG è di aggredire la fascia sotto le 200€ con tre diversi dispositivi, LG K4 (119€) , LG K8 (159€) ed LG K10, il protagonista di questa recensione.

Scopriamo come funziona e tutte le sue principali caratteristiche.

Confezione

Nella scatola troviamo :

  • Batteria da 2800 mAh
  • Alimentatore da 1,2 Mah
  • Cavo USB/Micro USB
  • Auricolari

Design e Materiali

Il dispositivo è tutto in plastica, con la cover posteriore removibile che permette di accedere al vano nano sim – micro SD e di rimuovere la batteria.

In mano risulta solido e maneggevole, non sarà in metallo, ma la sensazione è di avere comunque in mano un dispositivo elegante e raffinato.

Lo spessore è di circa 8 mm.

Gli angoli posteriori arrotondati facilitano l’impugnatura con la mano e lo rendono piacevolmente ergonomico. Nonostante il display sia da 5,3 pollici, le dimensioni sono abbastanza contenute.

Il vetro frontale è di tipo 2.5D, con un ottimo trattamento oleofobico che trattiene poco le impronte.

Sul lato sinistro troviamo i pulsanti per controllare il volume.

Il tasto di accensione è sul retro, posizionato sotto la fotocamera. Peccato per la mancanza di un sensore per le impronte digitali.

In basso troviamo il jack audio, la porta Micro USB e il forellino per il microfono.

Lo speaker è posizionato sul retro, una posizione infelice se lo smartphone viene appoggiato su una superficie piana.

Il peso del dispositivo è di 144 grammi.

Hardware

Il processore utilizzato è un Mediatek MT6750 octa core da 1.8GHz con 2 GB di memoria Ram.

La memoria interna è di 16 GB (9 GB disponibili all’avvio) ed è espandibile via Micro SD.

La fotocamera posteriore è da 13 megapixel con apertura f/2,2 e flash led.

La fotocamera frontale è una discreta 5 megapixel con apertura f/2,4 e grandangolo da 120°.

Foto e video

La qualità fotografica di LG K10 2017 è più che sufficiente.

Gli scatti in condizione di luce ottimale sono accettabili. Viste su un monitor del PC hanno colori più vivaci.

Con poca illuminazione le prestazioni calano, ma rimangono comunque nella media.

Qui trovate l’album con 25 foto scattate con il dispositivo.

Registra video in Full HD a 30 fps.

Ecco un esempio.

L’interfaccia è semplice ed immediata. La messa a fuoco non è fulminea, ma riesce comunque ad essere sempre precisa.

Display

Il pannello utilizzato da LG è un IPS con diagonale da 5,3 pollici e risoluzione HD. La qualità del display è in linea con il prezzo del dispositivo, ha una buona luminosità (soprattutto sotto la luce diretta del sole) e i colori riproducono abbastanza fedelmente la realtà. nelle impostazioni non c’è la possibilità di renderli un po’ più vivaci.

Software

Android a bordo è aggiornato alla versione 7.0, personalizzato con interfaccia LG UX 5.0.

Il software risponde bene ai nostri comandi, ogni tanto mostra qualche incertezza, ma ci riesce comunque ad utilizzare senza nessun fastidio di troppo.

Tra le varie funzioni dell’interfaccia di LG vi segnalalo la comoda Capture+ che permette di effettuare uno screenshot della pagina visualizzata (premendo l’apposita icona nella barra delle notifiche) con la possibilità di scriverci sopra a mano libera.

Nel multitasking è possibile bloccare un’app in modo che rimanga sempre in background ed è possibile utilizzare la funzione multischermo, per visualizzare due applicazioni in una schermata unica.

E’ presente il knock code a schermo spento per sbloccare il device in tutta sicurezza e non manca il classico doppio tap per accendere il display.

Il browser web è Chrome, funziona egregiamente, non ho trovato fastidiosi rallentamenti.

Per quanto riguarda la personalizzazione, è possibile cambiare tema scegliendol0 direttamente dall’apposito menu che trovate nelle impostazioni, sotto la voce display.

Batteria

La batteria in dotazione di LG K10 2017 è da 2800 mAh ed è removibile. Con un uso moderato si arriva a sera, magari usufruendo del risparmio energetico quando siamo agli sgoccioli della batteria.

Ricezione e rete

LG K10 supporta la rete LTE, ha una buona ricezione e il nostro interlocutore ci sente forte e chiaro.

Scheda tecnica LG K10 (2017)

  • Display: IPS 5.3 pollici HD con vetro smussato 2.5D
  • Processore: Octa-Core da 1.5GHz
  • Fotocamera: 13MP / 5MP frontale con grandangolo 120°
  • Memoria:  2GB RAM / 16GB espandibile con MicroSD
  • Batteria: 2,800mAh rimovibile
  • Sistema Operativo: Android™ 7.0 Nougat
  • Spessore: 7.9mm
  • Peso: 144g
  • Rete: 4G LTE Cat. 6
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 / Bluetooth 4.2 / USB2.0 / NFC
  • Colori : Black / Gold
  • Altro: HDR, Selfie con un gesto

LG K10 : Video recensione

Conclusioni e dove acquistarlo.

LG K10 si piazza nella fascia fascia di prezzo da 150€ a 200€ che mai come quest’anno è affollata da diversi dispositivi che sono piuttosto agguerriti. La concorrenza, al solito prezzo, offre scocca in metallo e sensore per le impronte, caratteristiche che al giorno d’oggi catalizzano l’attenzione dell’acquirente.

Nel complesso LG K10 2017 è un buon dispositivo, con buone prestazioni e una discreta autonomia.

Su amazon si trova ad un prezzo decisamente più appetibile, circa 160 euro (nel momento in cui sto scrivendo la recensione).

Cosa è piaciuto

  • Design
  • Autonomia
  • Luminosità del display
  • Fotocamera

Cosa non è piaciuto

[badlist]
  • Manca sensore impronte
  • 199 euro sono troppi
[/badlist]

A presto!

 

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

MongDa lancia su Indiegogo il caricabatteria wireless veloce, efficiente e smart!

MongDa, startup parte di Harda Group, che controlla anche Padmate e che ha recentemente avuto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.