Recensione Galaxy S20 ULTRA : Vorrei ma non posso.

Prima di giungere alle conclusioni sul Galaxy S20 ULTRA ho atteso gli aggiornamenti firmware, sperando che venissero sistemati i clamorosi bug della fotocamera (autofocus), il consumo anomalo della batteria e una velocità maggiore dello smartphone.

Ne ho ricevuti due, la versione ATCH (21 Marzo) che ha messo una grossa pezza al sistema di messa a fuoco e migliorato la durata della batteria e il 13 Aprile la versione ATCT, che ha promesso miglioramenti alla fotocamera che ahimè non ho riscontrato.

Galaxy S20 ULTRA : La video recensione

Il punto è questo, Galaxy S20 ULTRA è uno smartphone che costa davvero parecchio (1329 euro di listino) e si va ad affiancare ad esempio ad un iPhone 11 PRO MAX che posseggo e che in teoria doveva in parte sostituire.

Ad un prezzo del genere mi aspetto la perfezione ed esigo una fotocamera all’altezza del brand Galaxy, veloce nella messa a fuoco e utilizzabile in qualsiasi condizione di luce. Insomma, mi aspetto uno smartphone equivalente ad iPhone 11 Pro Max, che tralasciando il “fanboysmo” scatta foto belle, gradevoli, sempre precise e piene di dettagli, cosa che non accade con S20 ULTRA.

Sulla carta il comparto fotografico di S20 ULTRA è pazzesco.

Sensore principale da 108 Megapixel, fotocamera tele 4X da 48 megapixel con possibilità di zoomare fino a 100X e fotocamera grandangolare da 12 megapixel.

Nella realtà però la situazione è ben diversa.

La messa a fuoco è si migliorata, ma non è precisa e perfetta come Samsung ci aveva abituato sulla famiglia Galaxy. Ok, è stato abbandonato il sistema di messa a fuoco Dual Pixel per passare al classico PDAF, che è il solito che utilizza iPhone ad esempio, ma c’è una enorme differenza.

E lo zoom?

In condizioni di luce ottimale fino a 10X è davvero molto buono e utilizzabile senza perdita di dettagli. Il resto è puro marketing, per altro riuscito male. La scritta 100X nel retro ti porta a pensare che lo puoi usare per arrivare lontanissimo, ma i risultati sono proprio scadenti.

Mi sarei fermato a 30X, che nonostante ci sia perdita di qualità, ogni tanto si può anche usare con risultati decenti.

E i video?

Registra in 8K, ma sinceramente anche questa la vedo una pura mossa di marketing. I video in 8K hanno un campo visivo assai ridotto e per riprendere una scena normale bisogna allontanarsi parecchio, oltre ad avere un peso esorbitante e “solo” 24 fps.

I video classici in 4K o FULL HD sono buoni, abbastanza stabilizzati ma soffrono di una messa a fuoco poco precisa e con un fastidioso rimbalzo di autofocus che rovina le riprese. Questo problema è si migliorato tantissimo (prima era inutilizzabile) ma ogni tanto sbarella e non è accettabile.

In questo articolo trovate un confronto fotografico con iPhone, le solite foto scattate in modalità automatica.

Le foto di S20 Ultra hanno pochi dettagli se confrontate con iPhone.

Un’altro problema che ho scovato è il seguente.

Allora. Provo a scattare la foto alla super luna con Galaxy S20 ULTRA. Quello che vedo nel mirino è accettabile, scatto…

Pubblicato da Diego Cervia su Martedì 7 aprile 2020

Ho provato a scattare la foto alla Luna e nonostante nell’anteprima il risultato sembrasse accettabile, una volta scattata la foto il risultato era ben diverso.

Insomma, il vero punto di forza, ovvero la fotocamera, non è all’altezza e questo mi rammarica parecchio.

Dal punto di vista Hardware S20 ULTRA ha tutto :

Un display meraviglioso, visibile da ogni angolazione e pieno di colori. C’è anche l’opzione dei 120HZ, che dopo un pò ho smesso di utilizzare perché va troppo ad incidere sulla durata della batteria, per farvi capire :

  • Con 120 Hz attivo : circa 4 ore di display acceso
  • Senza 120 Hz attivo : Circa 6 ore e mezza di display

E visto che ci siamo vi parlo della batteria, una 5000 mAh che promette autonomia da record e invece non è così.

In una situazione piuttosto comoda, ovvero sempre sotto rete Wifi e sempre in casa, sono riuscito ad arrivare a circa 6 ore e 30 di display con un residuo dell 10%, tutto questo con il display a 60 Hz.

Se si aumenta la frequenza di aggiornamento a 120 Hz, la batteria scende a poco più di 4 ore di display.

Purtroppo non sono ancora riuscito a testarlo fuori casa, aggiornerò l’articolo quando accadrà.

Nella confezione è presente un carica batteria ultra rapido (45 Watt) che carica completamente in poco meno di un’ora. (C’è anche la ricarica wireless è!)

La RAM è da 12 GB e in Europa non viene commercializzato con lo Snapdragon 865, c’è il processore Samsung Exynos 990. La differenza di prestazioni tra i due processori ha sollevato un polverone globale e guardando alle recensioni Americane e alcuni confronti, l’autonomia è quella che ne risente di più.

Per quanto riguarda le prestazioni generali del dispositivo, ammetto che si utilizza con piacere e non ci sono problemi di rallentamenti. Grazie agli ultimi aggiornamenti risulta sempre fluido e non ci sono gravi bug nel sistema operativo. (Lo schermo verde lo hanno sistemato qualche giorno fa.)

L’audio è stereo, con un volume davvero elevato e una buona calibrazione dei suoni.

La porta USB Type C permette anche un collegamento con la TV, sfruttando la bellissima modalità desktop, trasformando il vostro Smartphone in un vero e proprio PC desktop. Altrimenti è possibile semplicemente condividere lo schermo sulla TV.

Rete 5G, uccelli che muoiono e ricezione telefonica.

Tralasciando il fatto che il 5G è la causa del Covid-19 e che uccide gli uccelli (sto scherzando è, ma oramai la deriva del 5G è questa), non ho avuto modo di testare il 5G perché qui da me non è ancora arrivato, nonostante le persone credano che i ripetitori siano dentro i lampioni a led.

La ricezione telefonica è comunque ottima e sia in chiamata che in vivavoce la qualità è al top.

Conclusioni e dove acquistarlo

Galaxy S20 ULTRA è disponibile anche su amazon, a questo link con il prezzo che oscilla in continuazione e comunque inferiore ai 1329€ di listino.

Poteva (e doveva) essere lo smartphone di riferimento nel campo fotografico e invece non ha mantenuto le aspettative.

Il fiore all’occhiello del dispositivo, ovvero la fotocamera, non mantiene le promesse e sono necessari ancora degli aggiornamenti firmware per migliorarla. La batteria, inoltre, non è all’altezza dei 5000 mAh e cala in modo ancora più vistoso se si utilizza tanto la fotocamera (oltre a scaldare parecchio).

Con due aggiornamenti, rispetto ai primi giorni (qui un mio video) la situazione è migliorata, ma una cosa del genere su uno smartphone del genere, non doveva succedere. In pratica noi siamo stati i beta tester…

Non so cosa possa essere successo, ma credo che il problema Covid-19 abbia colpito Samsung durante la fase finale di finalizzazione del software, questa è l’unica spiegazione che mi viene in mente.

In Cina è uscito un nuovo aggiornamento, la versione ATD1 e pare ci siano miglioramenti sulla fotocamera.

Aspettiamo e vediamo!

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

Samsung presenta Galaxy Watch3 e Galaxy Buds Live (auricolari wireless con ANC).

Samsung Electronics ha annunciato oggi durante l’evento Unpacked Galaxy Watch3 e Galaxy Buds Live. Galaxy Watch3 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.