Facebooktwittergoogle_plus

Il mondo della domotica mi ha sempre affascinato. Automatizzare delle azioni che si compiono tutti i giorni è di una comodità pazzesca, ma fino ad oggi poche aziende si sono spinte avanti come ha fatto Xiaomi con il suo MI Home.

DSC07328

L’azienda Cinese ha lanciato una serie di accessori, tutti comandati da un unico Gateway che li riconosce in automatico e li associa tra di loro.

Il risultato è qualcosa di sorpendente, soprattutto per il prezzo, assai accessibile.

Xiaomi Mi Home Kit : Cosa è, come funziona | Video recensione.

Il cuore della domotica di Xiaomi è il Gateway, in vendita al prezzo di soli 22 euro circa e acquistabile a questo link.

Schermata 2016-07-08 alle 14.42.16

La scocca è in plastica, il design è semplice ma elegante.

Il gateway è dotato di uno speaker frontale e un led da 16 milioni di colori che circonda il dispositivo.

Lateralmente vi è un tasto per l’eventuale reset, che viene utilizzato anche per il primo accoppiamento.

Il gateway può funzionare anche da vera e propria sirena per l’allarme, ha diverse suonerie e il volume è assai forte!

La spina, ahimè, è Cinese, bisogna acquistare un adattatore e ciò è piuttosto anti estetico, poichè sporge parecchio dalla presa e dal muro.

Il gateway si gestisce grazie all’applicazione gratuita MI Home.

La localizzazione è anche in Inglese, ma la traduzione non è completa e vi troverete sempre tra i piedi qualche frase in Cinese.


Tuttavia, si riesce a gestire tranquillamente il tutto con estrema facilità.

Al primo avvio, quando viene trovato il gateway, dobbiamo inserire la password della nostra rete Wifi. Una volta collegato scarica un aggiornamento software e si riavvia.

A questo punto il gateway è pronto per essere utilizzato e tramite l’app possiamo aggiungere i vari dispositivi e sensori.

Sempre attraverso l’applicazione è possibile gestire l’accensione del LED e controllarne sia intensità che luminosità. Inoltre, il gateway può funzionare anche da Radio FM, ma al momento ci sono solamente radio Cinesi…

Per una maggiore panoramica sulle funzioni basi del gateway, vi consiglio di guardare il video ad inizio articolo.

 

Cosa è possibile controllare?

Inizialmente ho acquistato una lampada a led Wifi e un sensore per la temperatura e umidità.

Si gestiscono entrambi dall’applicazione Mi Home ed è possibile tenere sempre sotto controllo, nel caso del sensore, la temperatura e l’umidità di una stanza.

La lampada LED si chiama Yeelight ed è di una azienda acquisita da Xiaomi. Il consumo è di 9 Watt e ha una luminosità di 600 Lumen (pari a 45 watt).

DSC07339

Il prezzo è di circa 17 euro, ha la connessione Wifi e una durata dichiarata di 11 anni.

Qui trovate il link per acquistarla.

Se siete interessati solo alla lampada, sappiate che può funzionare anche senza gateway, dato che attraverso il wifi si collega alla vostra rete domestica e si può gestire con l’applicazione dedicata. (Disponibile al momento solo su Android)

L’unica condizione necessaria per il corretto funzionamento della lampada è di lasciare l’interruttore sempre acceso, poichè altrimenti risulterà offline.

Attraverso l’applicazione la gestione della lampada è totale.

Si può accendere, spegnere, cambiare colore tra il 16 milioni disponibili (vi bastano?) e utilizzare i vari programmi pre impostati che simulano tramonto, alba e varie situazioni.

wp-image-383607354png.png

wp-image-237974884png.png

La luminosità della lampada LED equivale a circa 45 watt di una normale lampada a incandescenza, non è elevata, ma è sufficiente per una camera da letto.

Per comodità esiste anche un pulsante remoto (questo) associabile attraverso il gateway allo spegnimento o accensione della lampada. Soluzione comodissima, in quanto viene bypassato lo smartphone e lo si può appoggiare sul comodino.

DSC07338

Pulsante Wireless

Il sensore della temperatura e umidità è piccolo e discreto. Costa circa 7 euro e si può acquistare qui.

DSC07336

Ha un adesivo nel retro che ci permette di applicarlo al muro o ad un mobile. Si sconsiglia di applicarlo su una superficie metallica.

Io lo lascio appoggiato sul comodino della camera.

Attraverso l’applicazione Mi Home è possibile monitorare H24 la temperatura e il tasso di umidità. In caso di un raggiungimento di una determinata temperatura è poi possibile automatizzare delle azioni, come ad esempio accendere il deumidificatore (quello Xiaomi, purtroppo) o il climatizzatore (sempre Xiaomi..). io ho scelto di ricevere una notifica in caso di superamento di una determinata temperatura.

Ma funziona anche da antifurto?

Si, grazie ai sensori da mettere alle porte e al sensore di presenza.

Sensore porta/finestra

Sensore di presenza

Con questi piccoli accessori è possibile, ad esempio, anche ricevere semplicemente una notifica sullo smartphone ogni volta che viene aperta una determinata porta, oppure viene rilevata la presenza di una persona.

Si può automatizzare l’accensione della lampada Led quando è notte e scendiamo dal letto, oppure accendere la luce se apriamo la porta di casa quando è sera.

In poche parole, non ci sono limiti!

Una delle funzioni più utili è sicuramente l’antifurto.

DSC07331

Si piazzano i sensori nella porta o finestra e si attiva quando si esce di casa. In caso di intrusione, il gateway strilla come un’aquila e ci arriva una notifica nello smartphone. Se poi avete anche la camera di sorveglianza Xiaomi, registrerà un video o scatterà una foto, che vedrete subito sul vostro smrtphone.

Insomma, le potenzialità sono infinite.

Conclusioni

Ho una scimmia pazzesca per questo Mi Home di Xiaomi. Funziona davvero molto bene e nonostante l’applicazione non sia completamente tradotta, si riesce ad utilizzare tranquillamente.

Il kit di partenza, che comprende Gateway, sensore porta, sensore presenza/crepuscolare, e pulsante wireless, costa solo 40 euro. (Qui il link per acquistarlo) ed è una spesa del tutto accessibile, soprattutto per quello che offre!

Con 40 euro mettete su un antifurto, che non sarà mai come quelli professionali, ma è fighissimo da usare! Fino a che non vi staccano la corrente 😛

 

A presto!

 

 

 



Condividi l’ articolo sui social!3