Da Android a iPhone : La mia esperienza (giorno 1)

Con l’ arrivo del mio nuovo e fiammante iPhone 5S da 16 GB,(re)inizia la mia esperienza con iOS e il mondo Apple!

Spengo OnePlus One, levo la sim e la inserisco nel melafonino.

IMAG0522

Ma guardate stamani cosa è successo al mio OnePlus One…

Mentre ero seduto è scivolato via dalla tasca, et voilà, display scheggiato!

IMAG0523

In 6 anni di tecnophone, questo è il mio primo display rotto (e me ne sono caduti assai di smartphone!)… Tralasciamo il giramento di balle a mulino a vento e veniamo all’ iPhone.

Apro la confezione è c’è subito lui.

iPhone 5S Bianco 16 GB

La prima esclamazione è : “minchia quanto è piccolo“.. Abituato a 5,5 pollici, la differenza si vede assai.

Lo metto sotto carica poichè la batteria è completamente scarica (sarà un segnale? :P), aspetto mezz’oretta e inizio la configurazione senza collegarlo al PC/Mac.

Posseggo già un ID Apple, utilizzato sull’ iPad e scelgo di configurare l’ iPhone da zero.

Imposto il Touch ID per lo sblocco con l’ impronta digitale.

La comodità di questa funzione è incredibile. Basta asolo premere il tasto home per sbloccare il dispositivo. Il tutto avviene istantaneo, senza ritardi.

Anche Samsung ha introdotto un sensore per le impronte nel tasto home del Galaxy S5 , ma funziona in modo diverso. Invece di appoggiare il polpastrello, bisogna fare uno “swipe” e non è affatto comodo e istantaneo come su iPhone 5S.

Accetto i vari servizi di localizzazione, attivo trova il mio iPhone, attivo iCloud e la configurazione è terminata.

Come primo passo recupero la mia rubrica salvata sul Google.

Apro le impostazioni, seleziono posta contatti e calendario.

Alla voce iCloud disattivo la posta, i contatti e il calendario, poi creo un nuovo account, scelgo Google, inserisco il mio login e il gioco è fatto.

Posta, Calendario, Contatti e Note sono sincronizzati.

A questo punto inizio a scaricare qualche App, inizio con Whatsapp, Facebook, Twitter, Google Maps, Photosphere, Chrome, Hangouts, Play Music, Youtube, Google +…

Poi mi blocco, penso e mi accorgo che sto scaricando praticamente tutte le app di Google inc.

Riuscirò a resistere? LOL

Nel frattempo arriva iOS 7.1.2 e lo installo, dopo il riavvio proseguo con il download delle applicazioni.

Continuo con l’ installazione delle applicazioni e inserisco tutti i miei millemila account e abilito le app ad inviare le notifiche.

Per il momento non mi preoccupo della batteria, ero abituato a ricevere notifiche da tutte le app e lo farò anche su iPhone.

Arriva il primo problemino.

Mi accorgo che la posta di Gmail non arriva in push, questo perchè Google ha deciso di tagliare i ponti con il supporto a Exchange. Metto il controllo ogni 15 minuti e nel frattempo scarico l’ app Gmail. Io utilizzo solo Gmail, il @tecnophone è impostato su Gmail e le mail in Push le voglio!

Mi tocca utilizzare l’ app Gmail… che tra l’ altro non sembra male e pare funzionare!

 

Adesso mi metto a riordinare le icone e creo le mie cartelle. Certo che due o tre widget non ci starebbero affatto male!

Capitolo SmartWatch.

Mi ritrovo al polso LG G Watch e chiaramente con iOS non è compatibile. E’ arrivato il momento di rispolverare il mitico Pebble 🙂

Domani inizia il vero test sul campo.

A lavoro dalle 7 alle 16 con distacco dalla batteria alle 6.00

Mi porterò dietro in caso di emergenza la mia bella batteria portatile Adata PV110 da 10.400 mAh

 

A presto!

About Diego Cervia

Diego Cervia, 38 anni di Sarzana (SP) Ho aperto questo blog nel lontano 2008 perchè la mia passione sono gli smartphone (nel 2008 erano cellulari!) e le nuove tecnologie, con uno sguardo ai droni e alla domotica. Metto a disposizione le mie conoscenze e cerco di aiutare ad utilizzare al meglio i propri device. Se hai bisogno di qualche informazione, contattami!

Check Also

EZVIZ festeggia la primavera con 13 giorni di sconti su telecamere e accessori!

A partire dal 1° di Aprile (non è uno scherzo!) EZVIZ lancia la promozione primaverile …

10 comments

  1. molto interessante 😉

  2. Oneplus One…..dopo aver visto che il piccolino nuovo arrivato ha voluto prendere il suo posto…..ha rifiutato clamorosamente, con un gestaccio (cadendo dalla tasca) la panchina….e si è vendicato!! credo che il tuo Oneplus One abbia il caratterino di Cassano!!

  3. Togli l’aggiornamento ogni 15 minuti delle caselle email, non serve a nulla (le notifiche di gmail ti arriveranno con l’apposita applicazione), ed eviterai il prosciugamento della batteria

  4. Giovanni Gonella

    I widget sono belli, soprattutto se Tu come me Ti diverTi a cambiarli spesso soprattutto sulla home. Immagino però che uno alla fine possa tranquillamente abituarsi a non averli e usare l’app normale.

    Anch’io uso gmail come mail principale e ho sempre preferito la sua app rispetto al client mail di android. Consuma poca batteria e le notifiche sono automatiche.
    Il trauma del display io ce l’ho sempre quando passo dal mio note 2 all’ipod touch…

  5. Ogni tanto entro in un negozio apple e mi metto a spippolare iphone, come se stessi usando il mio fidato smartphone android…l’unica cosa che posso dire è che sempre molto fluido. Ma sinceramente dopo qualche minuto mi annoio da matti, troppo chiuso, fermo…noioso. Non so come descrivere bene la mia sensazione, ma la parola giusta è “noioso”, non mi diverto come con android con le sue innumerevoli possibilità. E della sola fluidità non me ne faccio molto…ecco perchè iphone non lo prendo mai in considerazione.

  6. Secondo me Apple è una spanna sopra al resto del mercato per via dell’App Store.
    Le App sono, a mio parere, più curate e coerenti. Inoltre è innegabile la tranquillità di poter installare le App senza preoccuparsi che siano bloatware o adware…cosa che sul PlayStore succede di continuo. Le App non ti rallentano mai il sistema, contrariamente ad Android…